VMware e il futuro del Digital Workspace in scena a Connect 2016

October 6, 2016
VMware e il futuro del Digital Workspace in scena a Connect 2016

In occasione di Connect 2016, l’evento che si è tenuto questa settimana ad Atlanta, VMware, ha mostrato come le aziende possono abbracciare il futuro della mobility grazie alla suite di soluzioni per l’end user computing.

Le novità di VMware AirWatch e Workspace ONE

VMware ha spiegato come AirWatch si stia spostando verso una nuova categoria di Unified Endpoint Management (UEM), che estende l’EMM con ciclo di vita di Windows cloud-based, smart glass e gestione IoT.
Inoltre, VMware Workspace ONE ha esteso il supporto per il BYOD multi-device per dipendenti e collaboratori e offre ora nuove politiche di accesso per l’utente finale. Infine, gli strumenti di migrazione Mobile Device Management (MDM) ora sono disponibili per assistere i clienti a migrare le loro implementazioni VMware per AirWatch con il minimo impatto per l’utente finale.

VMware AirWatch Unified Endpoint Management e VMware Workspace ONE estendono, così, VMware AirWatch nella gestione cloud-based dei desktop tradizionali e dei dispositivi connessi, fornendo agli utenti le applicazioni e i servizi di cui hanno bisogno per lavorare in modo digitale.

VMware AirWatch Unified Endpoint Management, disponibile come soluzione stand-alone o come parte di VMware Workspace ONE, estende le capacità avanzate di VMware AirWatch Enterprise Mobility Management al lifecycle management cloud-based di Windows 10. Questo comprende la gestione della configurazione, la gestione delle patch del sistema operativo (OS), lo stato di salute del client e la gestione della sicurezza. VMware AirWatch Unified Endpoint Management consente all’IT di distribuire patch di sicurezza e aggiornamenti del sistema operativo più velocemente, di installare software più affidabile e consolidare i processi operativi su tutti i dispositivi. Questo estende le robuste tecnologie di gestione dei dispositivi mobili per la gestione di Windows già disponibili in AirWatch per fornire la prima soluzione UEM completa del settore che riunisce gestione desktop e mobile sotto un’unica piattaforma.

VMware fornisce una soluzione completa per aiutare le organizzazioni a migrare a Windows 10, valutando il proprio ambiente, determinando il percorso ottimale per la migrazione a Windows 10 (sia fisicamente che virtualmente) e approfittando di un approccio moderno per la protezione e la gestione di tutti i dispositivi fuori o dentro il network.

Scalare e gestire l’IoT: realtà aumentata ed esperienze virtuali

Proprio come VMware AirWatch si sta espandendo nei desktop tradizionali, si sta anche estendendo per gestire i dispositivi IoT, gli smart glass e i sensori senza contatto. VMware AirWatch, infatti, ha introdotto la prima soluzione unificata di VMware per la gestione degli Smart Glass per supportare esperienze di realtà aumentata e mista.

Le aziende hanno bisogno di considerare come l’ampia gamma di wearable emergenti, di IoT, smartphone e tablet si inserisca in un quadro di gestione olistica coinvolgendo i dati, il cloud e l’interattività mobile. Per affrontare questo mercato in rapida crescita, VMware sta espandendo la piattaforma VMware AirWatch Unified Endpoint Management per includere il supporto per i dispositivi basati su Windows dell’Internet of Things, come ad esempio Surface Hub, così come dispositivi Android.

Gli aggiornamenti garantiranno all’IT un’esperienza semplificata per collegare facilmente dispositivi con reti e applicazioni. VMware ha inoltre collaborato con i più importanti intelligenti produttori di smart glass e sviluppatori di applicazioni AR come Atheer, APX, Intel, ODG e VUZIX Corp per costruire una gestione dei wearable Android e una delivery delle app su larga scala.

La vision per Intelligent Analytics di VMware AirWatch

Infine, VMware la presentato i progressi nello sviluppo di VMware AirWatch Enterprise Mobility Management (EMM) verso una piattaforma di analisi che offre all’IT e alle business unit utili insight dei deployment. VMware ha spiegato come la piattaforma potrebbe raccogliere informazioni in forma anonima e fornire spunti, consigli e azioni automatizzate per migliorare il deployment, la conformità e la sicurezza della mobility in un’organizzazione.

VMware prevede di utilizzare l’apprendimento automatico per implementare l’analisi predittiva e di fornire intelligenza artificiale avanzata che aiuterà le organizzazioni di tutti i settori a prendere decisioni ponderate.

Sul palco di Connect, VMware ha anche presentato l’anteprima tecnologica di un nuovo sistema di reporting dinamico e personalizzabile all’interno di VMware AirWatch. Il sistema di intelligence di AirWatch consentirà alle organizzazioni di analizzare specifici elementi dei dati e i trend di tali elementi nell’ambiente. Inoltre, VMware aggiornerà le funzioni di reporting esistenti all’interno AirWatch per fornire più opzioni e una migliore esperienza utente.

Per ulteriori informazioni, visita il blog AirWatch.

 


 
Related Posts
 

 

Roberto Schiavone, a pochi mesi dalla nomina ad Alliance e …

Read More

Mentre i nostri clienti sono alle prese con il percorso …

Read More

Il ransomware WannaCry, che ha come target il sistema operativo …

Read More

Registrati ora al VMworld 2017 Europe!

Il countdown del VMworld 2017 …

Read More

 
 
Blog Archive