Veloci al lavoro come nella vita privata?

November 27, 2014
Veloci al lavoro come nella vita privata?

Aziende, dipartimenti IT e dipendenti sono oggi sottoposti a forti pressioni per ottenere il massimo con il minimo sforzo. Il lavoro in mobilità può giocare un ruolo centrale nel raggiungimento di questi obiettivi, molte aziende hanno capito che l’esplosione nell’adozione dei dispositivi mobili e delle applicazioni sta causando un effetto dirompente sulle aspettative dell’utente e sul management.

Una nuova ricerca di VMware, che ha coinvolto i decisori IT e i dipendenti in Italia, ha rivelato che sono le preoccupazioni delle aziende su affidabilità, gestione e distribuzione a rallentare il loro percorso verso i vantaggi dell’era mobile-cloud.

Secondo questi risultati, ci vogliono 4 settimane perché le aziende forniscano ai dipendenti gli strumenti per lavorare in mobilità. Per i dipartimenti IT il ritardo è dovuto alla mancanza di tali capacità e di controllo in ambito mobile, oltre ad una confusione su chi ha la responsabilità di gestire l’accesso agli strumenti.

Ad ogni ritardo nel processo di abilitazione dei dipendenti al lavoro in mobilità, le aziende consegnano un vantaggio competitivo alla concorrenza. Le aziende devono rendere possibile la collaborazione dei dipendenti con qualsiasi altra persona di cui necessitano, da qualsiasi luogo, in qualsiasi momento, con il minimo dei rischi.

Per avere una panoramica su ciò che sta frenando l’Italia dall’essere veloci al lavoro come nella vita, guarda la nostra infografica interattiva.

SOL_IT


 
Related Posts
 

Motivi per cui i clienti ricorrono in massa all’infrastruttura iperconvergente:

L’avvento …

Read More

 

Andrea Biraghi, Managing Director della Divisione Security & Information Systems …

Read More

Franco Puricelli, Director – Sales Manager & Business Development at …

Read More

Richard Munro, CTO for Cloud Services in EMEA di VMware, mostra la …

Read More

 
 
Blog Archive