Ripensare la sicurezza

June 22, 2016
Ripensare la sicurezza

Come forse avrete letto nel nostro ultimo post, quasi un terzo (30 per cento in EMEA, 28 per cento in Italia) dei responsabili IT e quasi un quarto (23 per cento, 20 per cento in Italia) di chi lavora in ufficio in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA), crede che il CEO dovrebbe essere ritenuto responsabile per una significativa violazione dei dati.

Questo nonostante il 25 per cento dei responsabili IT ammetta di non rivelare una significativa violazione dei dati ai vertici aziendali.
Tale disconnessione potrebbe spiegare il motivo per cui solo l’8 per cento dei dirigenti aziendali in EMEA consideri la sicurezza informatica una priorità.

Ma che cosa si può fare per colmare il divario tra imprenditori e responsabili IT? L’infografica qui di seguito fornisce alcuni suggerimenti che vi aiuteranno a migliorare i processi di sicurezza.

Volete maggiori dettagli sul divario esistente nel mondo della sicurezza informatica? Leggete il blog post dedicato alla ricerca o guardate il video in cui il nostro esperto Jeremy van Doorn spiega l’importanza della sicurezza nel mondo digitale.

 


 
Related Posts
 

James McMahon, head of digital workplace, Atos

Read More

A cura di Tom Herrman, VP Global Strategic Alliances, VMware

 

Le …

Read More

Solo in un ambiente completamente automatizzato è possibile …

Read More

Nata 20 anni fa nella Silicon Valley con la virtualizzazione …

Read More

 
 
Blog Archive