La tua azienda è paralizzata dalla complessità e dalla crescita esponenziale dei dati?

April 11, 2017
La tua azienda è paralizzata dalla complessità e dalla crescita esponenziale dei dati?

Il provisioning dell’infrastruttura IT richiede mediamente 12 settimane, causando perdita di opportunità commerciali e frustrazione poiché gli approcci IT legacy non sono in grado di soddisfare le esigenze aziendali.

Inoltre, secondo IDC, entro il 2020 la quantità di dati globali raggiungerà i 44 trilioni di GB. Questa straordinaria crescita di dati, associata agli approcci IT legacy e all’aumento delle aspettative degli utenti che richiedono un’esperienza d’uso dell’IT di tipo consumer, sta creando una dilagante insoddisfazione.

Per fortuna esiste una soluzione, anzi, per essere precisi, ne esistono due che insieme funzionano alla perfezione.

L’infrastruttura iperconvergente e il Software-Defined Data Center

In un’era in cui i dati aumentano di pari passo alle aspettative degli utenti e ai budget IT limitati, un Software-Defined Data Center basato sull’infrastruttura iperconvergente è l’unica strada percorribile.

La rimozione delle attività manuali dal provisioning IT e dai processi per la gestione continua, sostituite da risultati automatizzati basati sul software (il Software-Defined Data Center), consente di accelerare la distribuzione dei servizi IT.

I tempi vengono ridotti da settimane a pochi minuti e i costi di distribuzione dei servizi diminuiscono esponenzialmente. Ma i vantaggi non finiscono qui.

La distribuzione di questi servizi da un singolo livello iperconvergente dell’hardware (server x86 standard), che sostituisce l’architettura tradizionale a tre livelli, produce una maggiore efficienza in termini di spazio occupato dal data center e prestazioni delle applicazioni, oltre a offrire i vantaggi economici lato server grazie all’eliminazione dell’hardware proprietario.

Se non conosci già queste soluzioni, il nostro nuovo e-book Infrastruttura iperconvergente for Dummies è disponibile per il download. Il manuale illustra come sfruttare al meglio questa importante svolta nelle funzionalità del data center.

Per ulteriori informazioni:

source: IDC via Forbes


 
Related Posts
 
 
 
Blog Archive