Guest post: la forza devastante delle digital skill

August 27, 2015
Guest post: la forza devastante delle digital skill

Matt Crosby, Head of expertise, UK and Ireland Hay Group

VMware segue con attenzione il dibattito sulle digital skill e sull’impatto che queste hanno sulle aziende. Io credo che non sia possibile avere una strategia IT di successo senza che ci sia in parallelo anche una strategia per le persone. È per questo motivo che abbiamo deciso di lavorare con VMware per capire come le aziende possano sfruttare e coltivare le digital skill e perché attualmente non lo stiano facendo.

Per prima cosa, contestualizziamo il tema: la tendenza alla digitalizzazione sta cambiando le aziende nella nostra economia. Sebbene ci siano alcuni settori come il retail o i servizi finanziari influenzate profondamente da questa trasformazione anche negli anni passati, ormai tutti i settori hanno a che fare con la digitalizzazione.

Consapevole di ciò, VMware ha chiesto un parere sul ruolo e sul valore delle digital skill alla propria comunità online in tutta l’area EMEA. Quello che è emerso è che non stiamo solo parlando delle più recenti tecnologie o del modo in cui i clienti sono in relazione con le aziende. Si tratta di come le persone in azienda usano gli strumenti messi a disposizione, i dispositivi e le applicazioni per condividere, analizzare e utilizzare i dati quando, dove e come vogliono. Circa la metà degli intervistati (45%), per esempio, ritiene che condividere strumenti e applicazioni (come Dropbox, WeTransfer etc.) sarà molto utile nell’ufficio del futuro, subito seguito dalle piattaforme di social media (42%).

La questione è quindi se il datore di lavoro si stia adattando al modo in cui gli impiegati vogliono ora lavorare e se possono farlo in modo da avere un sufficiente ritorno sull’investimento dalla tecnologia messa a disposizione. Questo ultimo punto risulta particolarmente complesso perché relativamente nuovo e può essere difficile trovare dati significativi che dimostrino il reale ritorno o l’effetto positivo sulla produttività.

E si tratta anche di capire se i lavoratori sono consapevoli di come sfruttare al meglio le tecnologie messe a disposizione. L’83% degli intervistati pensa che un buon livello di digital skill sia utile nel moderno ambiente di lavoro e il 69% vorrebbe ricevere una maggiore formazione da parte del proprio datore di lavoro.

Le aziende stanno solo iniziando a capire realmente quali competenze digitali siano necessarie. Il rischio è che nel capirlo permettano anche un approccio da autodidatta, con la conseguenza che il livello di apprendimento sia diverso da persona a persona. Se circa la metà (47%) pensa che le digital skill possano avere un impatto positivo sul business, quello che bisogna valutare è se i dipendenti abbiano chiaro in mente come queste competenze possono essere utilizzate in azienda e quali siano i reali benefici

Questo è solo l’inizio. Nei prossimi mesi approfondiremo la questione. Tenete d’occhio il blog di VMware e Hay Group per seguire il dibattito.


 
Related Posts
 

 È il momento per le imprese di offrire agli utenti …

Read More

Tradizionalmente l’IT è sempre stato confinato all’interno del proprio ambito, …

Read More

La “digital disruption” riguarda tutti e molte organizzazioni si stanno …

Read More

L’approccio del CIO è determinante per sbloccare le digital skill …

Read More

 
 
Blog Archive